Se non sapete come funziona un impianto rilevazione incendio ve lo racconta il nostro security specialist Matteo Monetta in questo video.
Prima di iniziare però vi poniamo due domande:

A COSA SERVE UN IMPIANTO COSì?
Rilevare con tempestività il processo di combustione è molto importante: è logica la deduzione di come sia fondamentale “….riuscire ad avere un tempo d’intervento possibilmente inferiore al tempo di prima propagazione, ossia intervenire prima che si sia verificato il ‘flash over’ e si entri nella fase di incendio generalizzato. Siamo infatti ancora nel campo delle temperature relativamente basse, l’incendio non si è ancora esteso e quindi è più facile lo spegnimento ed i danni sono ancora contenuti”.
Dunque un impianto di rivelazione automatica o manuale consente:

– di favorire un tempestivo esodo delle persone, degli animali e lo sgombero dei beni;
– di attivare i piani di emergenza/intervento;
– di attivare i sistemi di protezione contro l’incendio (manuali e/o automatici di spegnimento)

Guarda il video:

 

 

COME FUNZIONA?
In particolare un rivelatore può essere classificato in base al fenomeno chimico-fisico rilevato:
– “rivelatore di calore: sensibile all’aumento della temperatura;
-rivelatore di fumo: sensibile alle particelle dei prodotti della combustione e/o pirolisi sospesi nell’atmosfera (aerosol);
-rivelatore di gas: rivelatore sensibile ai prodotti gassosi della combustione e/o della decomposizione termica;
-rivelatore di fiamme sensibile alla radiazione emessa dalle fiamme di un incendio;
-rivelatore multi-criterio: sensibile a più di un fenomeno causato dall’incendio.
Inoltre, abbiamo la possibilità di diversi metodi di rivelazione:
-statico: dà l’allarme “quando l’entità del fenomeno misurato supera un certo valore per un periodo di tempo determinato”;
-differenziale: dà l’allarme “quando la differenza (normalmente piccola) tra i livelli del fenomeno misurato in 2 o più punti supera un certo valore per un periodo di tempo determinato”;
-velocimetrico: dà l’allarme “quando la velocità di variazione nel tempo del fenomeno misurato supera un certo valore per un periodo di tempo determinato”.

CONTATTACI

Matteo Monetta
Coord. Area Commerciale
Sicurpiù Srl – Sistemi di Sicurezza